FAMIGLIE

300x300_ongServizio di prevenzione secondaria a domicilio

Il Centro Eos ha attivato un Servizio di psicotraumatologia volto a coordinare, e mettere in atto interventi di sostegno psicosociale al fine di ridurre l’incidenza di patologia psichiatrica (ptsd, disturbi d’ansia, disturbi dell’umore, disturbi somatoformi ed abuso di sostanze) in soggetti vittime di trauma psichico individuale. Per intervento psicosociale si intende un intervento appartenente all’area della prevenzione secondaria, effettuato prevalentemente al domicilio delle famiglie o dei singoli individui ed effettuato da personale adeguatamente formato: psicologi, psichiatri, assistenti sociali.

Destinatari

L’attività del Servizio di Psicotraumatologia qui proposto è rivolta a tutte le persone residenti nella provincia di Pavia che siano state vittime, o soggetti ad esse affettivamente legati, di un grave evento psicotraumatico come la perdita improvvisa, per incidente inaspettato, di un caro. Qualora gli operatori ne ravvisassero la necessitè disporranno un invio allo psichiatra territoriale di riferimento, o comunque al terapeuta privato di riferimento nel caso in cui il soggetto fosse al momento in terapia. In sintesi i criteri di inclusione nel progetto sono:

  • Essere vittime di evento traumatico che abbia messo gravemente a rischio la propria vita.
  • Essere familiari o amici della vittima di incidente mortale o di un evento che abbia messo a grave rischio la sua vita.
  • Assenza di precedenti psichiatrici o di patologia psichiatrica conclamata attuale.
Come si sviluppa l’intervento

Dopo la segnalazione dell’evento psicotraumatico che dovrà avvenire entro 10 gg dall’evento stesso da parte degli assistenti sociali, dei medici di base o da chi fosse interessato, verranno immediatamente presi i contatti con isoggetti vittime e/o con le loro famiglie ed i loro amici proponendo l’intervento;

  • Successivamente la cadenza degli interventi domiciliari avverrà secondo il seguente prospetto:
    • settimanale per il primo mese
    • quindicinale per il secondo e terzo mese
    • quindicinale per il secondo e terzo mese
  • Nel caso in cui al termine dell’intervento uno o più soggetti avessero sviluppato patologia psichiatrica è previsto l’invio allo psichiatra di competenza territoriale o a terapeuta privato.
  • Tutti gli incontri verranno effettuati in modo tale da interferire il meno possibile con le attività quotidiane dei destinatari ossia garantendo estrema flessibilità di orari e di durata dell’intervento per un massimo di 3 ore per prestazione.
  • Tutti gli incontri prevedono la presenza di due operatori.
  • Tutti gli incontri prevedono una intervisione successiva, della durata di 1 ora, in presenza di tutti gli operatori coinvolti del Servizio di Psicotraumatologia.
  • Al primo e all’ultimo incontro verranno somministrate ad ognuno dei soggetti presi in carico alcune scale di valutazione psichiatrica.
  • La durata massima dell’intervento per ogni gruppo familiare sarà di 6 mesi.
Fase di valutazione

A cadenza semestrale si effettuerà rielaborazione statistica qualitativa e quantitativa dei risultati ottenuti al fine di valutare l’efficacia degli interventi. I risultati in forma anonima potranno essere divulgati e pubblicati su riviste scientifiche specialistiche.


ENTI

  • Consulenza agli enti in caso di eventi traumatici o emergenze
  • Attività di debriefing psicologico

Debriefing è un intervento strutturato e di gruppo, condotto da uno psicologo esperto di emergenza, che avviene in seguito ad un avvenimento potenzialmente traumatico per un gruppo (classi/équipe di soccorso etc…), allo scopo di eliminare o alleviare le conseguenze emotive spesso generate da questo tipo di esperienze.